Il 12 ed il 17 ottobre con due risposte ad interpello (la 508 e la 515) l’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’attività di Blockchain ed in particolare sul trattamento dell’attività di mining delle criptovalute ai fini IVA ed IRAP.

Il processo alla base della Blockchain e del Bitcoin è il mining, un particolare processo attraverso cui si realizza tutto il meccanismo. È formato da miners o minatori, che sono coloro che creano nuovi Bitcoin agganciandoli, tramite particolari calcoli, ai nuovi blocchi della catena; la catena contiene il registro con tutte le transazioni avvenute fino a quel momento e che non possono essere modificate. Il Bitcoin ha un numero massimo di pezzi coniabili pari a 21 milioni – a novembre 2021 si è arrivati a circa 18,8 milioni. Ogni bitcoin è divisibile fino all’ottava cifra decimale.

Ai fini IVA l’attività del mining è irrilevante «in quanto caratterizzato dall’assenza di un legame sinallagmatico con conseguente preclusione del diritto a detrazione»

Ai fini IRAP le remunerazioni del miner, cioè la ricompensa di mining pagata attraverso i token e/o le commissioni di transazione, concorrono a formare il valore della produzione netta «rappresentando di per sé ricavi per prestazioni di servizi ascrivibili all’attività caratteristica dell’istante». Non concorrono invece alla formazione di base imponibile IRAP le oscillazioni di valore delle criptovalute , «nella misura in cui non transitano da voci rilevati ai fini Irap ovvero in assenza dei presupposti per l’applicazione del principio di correlazione».

L’Agenzia ribadisce, la non del tutto condivisibile, assimilazione delle «monete virtuali» alle valute estere; pertanto, ai servizi remunerati tramite «monete virtuali», si applicano secondo l’AE le disposizioni del Tuir che disciplinano le operazioni in valuta estera.
Quanto alla valutazione delle criptovalute detenute al termine di ciascun periodo d’imposta «si considera realizzata la differenza tra il valore fiscale iniziale e quello rilevato alla data di chiusura di ciascun periodo d’imposta» così a formare il valore della produzione netta ai fini Irap.

Per maggiori informazioni su cosa sono le criptovalute, leggi il nostro Speciale Metaverso.