Innanzitutto vediamo cos’è una SRLS:

La SRLS, Società a Responsabilità Limitata Semplificata, è un particolare tipo di Società a Responsabilità Limitata introdotta nel 2012 e prevista dall’ articolo 2463 bis del Codice Civile.
La semplificazione riguarda esclusivamente le modalità di costituzione. Esenzione da bolli, esente da onorari notarili e presenza di una capitale sociale ridotto compreso tra 1 e 9.999 euro.
Sono però previste alcune limitazioni, in particolare la legge originaria ne limitava la partecipazione a soci persone fisiche con meno di 35 anni di età. É inoltre obbligatoria l’adozione dei un atto costitutivo standard precompilato il che impedisce l’introduzione di tutta una serie di clausole statutarie che potrebbero tornar utili nel futuro della vita società (come clausole di prelazione o gradimento) costringendo i soci in tal caso a ricorrere nuovamente ad un intervento notarile.

Nel 2013 vi è però un importante intervento normativo (l’articolo 9 comma 13 del decreto legislativo n.76/2013) che ha introdotto la possibilità di partecipazione alla SRLS a soci ultra trentacinquenni, ed ha abrogato il quarto comma dell’articolo 2463bis c.c. liberando la cessione delle quote a qualsiasi soggetto, indipendentemente dal requisito anagrafico, alla stregua di quanto disposto dall’articolo 2469 c.c. in tema di società a responsabilità limitata ordinaria.
Sebbene il comma 1 dell’art. 2463 bis c.c. escluda la possibilità che la SRLS possa essere costituita da persone giuridiche, quali società o associazioni non risulta preclusa la successiva vendita dalla persona fisica ad una persona giuridica e quindi anche ad una società fiduciaria. Tale tesi è stata confermata nel 2016 dal Ministero dello sviluppo Economico (15 febbraio 2016, prot. 39365).
Cosa succede in caso di cessione ad un socio non persona fisica?
Si ritiene pertanto che la cessione sia valida e venga trascritta regolarmente in Camera di Commercio, sarà onere dell’organo amministrativo, previa convocazione tempestiva dei soci, la modifica della denominazione sociale in SRL. Salvo un contestuale aumento di capitale la società assumerà la forma di SRL a capitale ridotto in quanto la SRLS in sede costitutiva ha un captale che deve essere inferiore a 10.000 euro che è anche il minimo per la costituzione di una SRL ordinaria.

Quindi tornado alla domanda originaria la risposta è solo parzialmente positiva. Possiamo infatti concludere che è si possibile cedere le quote si SRLS ad una Società Fiduciaria così come ad altre persone giuridiche, ma la cessione comporta automaticamente l’obbligo di trasformazione della SRLS in SRL; pertanto non possiamo avere SRLS partecipate da Società Fiduciarie.