Nell’episodio del 14 maggio 2024 del programma “Le Iene” trasmesso su Italia1, è stato presentato un reportage che ha messo in luce un caso di whistleblowing segnalato da Miguel, un funzionario della Direzione Antifrode. Miguel ha denunciato l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale (DPI), come le mascherine, che non erano conformi agli standard richiesti, subendo gravi ritorsioni a seguito della sua segnalazione.

L’ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) si è interessata alla vicenda, classificandola come un chiaro esempio di whistleblowing. Durante l’intervista, rilasciata al minuto 12:00 del servizio, è emerso che i dirigenti dell’azienda coinvolti non erano nemmeno a conoscenza della normativa sul whistleblowing.

Nonostante la fretta di acquistare software di segnalazione alla fine del 2023, in concomitanza con l’entrata in vigore della legge, molte aziende sono ancora inadempienti. È fondamentale ricordare che, per essere conformi, le aziende devono adottare procedure adeguate e disporre di una struttura organizzativa interna capace di implementarle efficacemente.

Per maggiori dettagli sul servizio, è possibile visionare il video completo sul sito delle Iene: [Guarda il video]
https://www.iene.mediaset.it/video/denuncia-i-capi-lo-mettono-da-parte_1336176.shtml