Con il comunicato stampa del 22 giugno il Ministero dell’Economia ha annunciato la proroga dei pagamenti delle imposte sui redditi (saldo 2019 e primo acconto 2020) per i contribuenti che svolgono attività interessate dagli ISA (indici sintetici di affidabilità fiscale) ed ai contribuenti in regime forfettario.

La proroga prevede lo spostamento dei versamenti delle imposte dal dal 30 giugno al 20 luglio 2020 senza applicazione di interessi.

(resta valido l’ulteriore slittamento di 30 giorni con la maggiorazione dello 0,4% e/o la rateizzazione)

In attesa che venga pubblicato il decreto si ritine che i termini del rinvio saranno similari a quelli già proposti lo scorso anno di cui di seguito vi riportiamo un breve estratto.

Possono beneficiare della proroga:

  • tutti gli imprenditori individuali, professionisti, studi associati, società di persone e di capitali con fatturato/ricavi 2019 fino a 5.164.569 Euro e attività rientranti negli ISA,
  • i soci delle società di persone e quelli delle Srl “trasparenti”,
  • i collaboratori di imprese familiari
  • professionisti ed imprenditori che applicano i regimi “minimi” e “forfettari” e che hanno codici di attività Ateco rientranti negli ISA, (anche se sono esonerati dall’applicazione degli ISA)

 

La proroga riguarda:

tutti i versamenti “collegati” alle dichiarazioni IRES-IRPEF-IRAP che scadono nel periodo dal 30 giugno al 20 luglio inclusi i diritti camerali