Cosa si intende quando si parla di project financing?

“La finanza di progetto (in inglese: project financing) è una operazione di tecnica di finanziamento a lungo termine di un progetto in cui il ristoro del finanziamento stesso è garantito dai flussi di cassa previsti dalla attività di gestione dell’opera stessa.” – Wikipedia

In particolare, si tratta del coinvolgimento di soggetti privati nella realizzazione, nella gestione e nel farsi carico dei costi di opere pubbliche, o che hanno a che vedere con la pubblica utilità.

 

Aspetti qualificanti sul piano economico di un’operazione di project financing sono i seguenti:

a) la finanziabilità del progetto, ossia la sua attitudine a produrre nel suo ciclo vitale un flusso di cassa (cash flow) sufficiente a coprire i costi operativi, remunerare i finanziatori e fornire un congruo margine di profitto al promotore dell’operazione: si suole dire che il progetto deve essere self-liquidating;

b) la concentrazione del finanziamento in un autonomo centro di riferimento giuridico e finanziario (Special Purpose Vehicle: spesso una società di progetto), cui vengono affidati i mezzi finanziari e la realizzazione del progetto, con conseguente separazione (ring fence) giuridica e finanziaria del progetto dagli sponsors, il che si concreta in una collocazione fuori bilancio (off-balance sheet financing) del project financing rispetto alle altre attività dei promotori o degli azionisti dell’eventuale società di progetto;

c) la costituzione a favore dei finanziatori esterni dell’iniziativa di “garanzie indirette”, basate su una vasta gamma di accordi tra le parti interessate al progetto fondati a loro volta sugli studi di fattibilità del progetto, sul piano economico-finanziario, con i relativi flussi di realizzo e sulle analisi del rischio, con la conseguenza che la possibilità di rivalsa dei finanziatori e degli altri creditori (appaltatori dei lavori, delle forniture, ecc.) nei confronti degli sponsors rimane limitata al valore delle attività finanziate.

(tratto dal volume “Gli appalti di lavori pubblici” edito dalle Edizioni Simone)

 

Un progetto in project financing si articola in tre fasi.

fase 1

  • 1.a) Definizione dei requisiti di qualificazione in relazione all’entità e alle caratteristiche delle prestazioni da proporre;
  • 1.b) Verifica del possesso dei requisiti posseduti dal proponente rispetto a quelli necessari come definiti nella fase 1.a);
  • 1.c) Definizione della compagine di partecipazione, se singola o plurisoggettiva, in base ai risultati della fase 1.a)

fase 2

  • 2.a) Redazione dello schema di convezione per l’affidamento di concessione mediante Finanza di Progetto;
  • 2.b) Redazione elenco definizioni;
  • 2.c) Stesura/revisione documenti amministrativi da allegare alla proposta (dichiarazioni, certificazioni, garanzie)

fase 3

  • 3.a) Studio degli atti della procedura affidamento della concessione (Bando, Disciplinare ecc.);
  • 3.b) Analisi di sintesi dei elementi essenziali della procedura di partecipazione;
  • 3.c) Stesura/revisione documenti amministrativi da presentare per formulare offerta (dichiarazioni, certificazioni, garanzie, ecc.)